Medicina estetica

RFRiattiva l’ecosistema della pelle, pelle giovane e tonica senza dolore. La radiofrequenza è una metodica non invasiva e non dolorosa che contrasta efficacemente i segni dell’invecchiamento cutaneo e consente di ottenere un duraturo miglioramento della qualità della pelle del corpo e del viso, attenuando con una certa stabilità i principali inestetismi che la riguardano come le rughe o le lassità. Viene applicata anche per trattare in maniera efficace gli inestetismi della pelle causati dalla cellulite.
L’utilizzo della radiofrequenza in campo estetico rappresenta una grande opportunità per l’operatore estetico qualificato: è in costante aumento infatti la richiesta di trattamenti di ringiovanimento cutaneo soprattutto della zona del viso, del collo e del decoltè e dell’addome, assicura grandi risultati nella tonificazione tessutale, nel trattamento delle rughe, nella riduzione delle zone colpite dall’inestetismo della cellulite e nel processo di snellimento.
I risultati della radiofrequenza sono visibili fin dalle prime sedute ed i progressi conseguiti si mostrano stabili nel tempo. Una vera sferzata di ritmo al nostro corpo e all’ecosistema pelle, dalla superficie alle zone più profonde, che riattiva i naturali meccanismi riparativi e anti infiammatori corporei. Attraverso la Radiofrequenza si attiva un’iperemia endogena omogenea sui diversi livelli della struttura trattata.
Tramite il richiamo ematico e la riattivazione del sistema linfatico, le cellule adipose sono stimolate al rilascio delle tossine e dei liquidi in eccesso ristabilendo il giusto equilibrio. Le onde elettromagnetiche della radiofrequenza migliorano l’attività della pompa sodio-potassio della membrana fibroblastica stimolando la produzione di nuovo collagene, elastina e acido ialuronico in modo naturale.
I principali effetti della radiofrequenza:

Effetto lifting: si ottiene grazie alla contrazione del collagene ai diversi livelli di profondità; il riscaldamento va ad agire direttamente sul collagene provocando una denaturalizzazione di quest’ultimo: fino al 30% delle fibre si accorciano rigonfiandosi, ottenendo come risultato il rimodellamento della zona trattata. Ossigenazione cellulare: già ad un livello basso di radiofrequenza emessa, si ha un effetto di ossigenazione causato dall’aumento del metabolismo cellulare con conseguente miglioramento dell’efficienza del microcircolo.

Drenaggio: grazie al grande effetto di vascolarizzazione ottenuto a livelli sostenuti di radiofrequenza, è possibile ottenere degli ottimi risultati sugli accumuli causati dalla ritenzione idrica. Grazie anche al ritrovato equilibrio della membrana cellulare è possibile dare stabilità a tale effetto. Snellimento: biostimolando direttamente gli adipociti, sfruttando l’effetto drenante e ossigenante della radiofrequenza, è possibile riscontrare ottimi risultati sugli accumuli adiposi localizzati od estesi. Si consiglia, al fine di ottimizzare i risultati, di prevedere dei cicli di trattamento di almeno 8 sedute con dei richiami per il mantenimento.

Tonificazione tissutale e muscolare: sono evidenti dalla prima applicazione della radiofrequenza. Sulle pelli sottili i risultati sono più immediati che sui soggetti con la pelle spessa, ma bisogna considerare che il miglioramento avviene anche dopo che la seduta è terminata e nei giorni a seguire. L’operatore che utilizza il trattamento della radiofrequenza dovrà stabilire il giusto protocollo estetico in base al cliente e alle sue caratteristiche. Sottoponendosi al trattamento della radiofrequenza si ha uno sviluppo di calore: questo fenomeno si presenta a tutti i livelli di profondità del tessuto ed è più marcato dove il tessuto presenta una maggiore impedenza al passaggio degli ioni trascurabile sulle fibre muscolari.
Con la radiofrequenza si ottiene un aumento della temperatura: insieme al conseguente aumento del flusso ematico stimolano i processi di riparazione tissutale, favorendo l’apporto di substrati organici, l’incremento della pressione capillare, l’aumento della permeabilità di membrana cellulare, l’aumento delle reazioni metaboliche locali, la modificazione nella conduzione nervosa sensitiva (effetto analgesico). La radiofrequenza permette inoltre una migliore ossigenazione dei tessuti e un complessivo notevole miglioramento della circolazione linfatica.

radiofrequenza-medicaUn nuovo anno sta arrivando, un anno in più per tutti, anche per il vostro viso.

Fate un regalo a voi stessi, donate al vostro viso qualche anno di meno con la Radiofrequenza.

Preparatevi per il nuovo anno con un aspetto più giovane e sano. Con la nostra offerta speciale offriamo due trattamenti a distanza di un mese (uno a novembre ed uno a dicembre) a soli 120 euro entrambi.

Consigliamo di effettuare successivamente delle sedute di richiamo per i motivi spiegati in questo articolo, ma non richiediamo alcun impegno scritto e lasciamo a voi la scelta.

Chiamate 0564-22405 per un appuntamento.

Le sedute sono effettuate preferibilmente il giovedì pomeriggio, l’offerta prevede il pagamento di entrambe le sedute contestualmente alla prima.

 

radio-frequenza-fotoGli effetti di un insulto termico sul collagene della pelle sono di due tipi: rottura di legamenti a ponte tra le fibre collagene presenti e neoformazione di collagene “giovane”.

Il primo effetto è immediato; le fibre collagene, col tempo, sviluppano dei legami tra di loro che tendono a far “raggrinzire” la loro trama. Il calore portato in profondità rompe questi legami permettendo alle fibre di distanziarsi tra loro aumentando lo spessore della cute.

Questo effetto, aiutato anche da un leggero edema (ovvero ritenzione di liquidi) dovuto all’azione termica, fornisce un risultato estetico immediatamente riconoscibile dal paziente che ne è, di fatto, subito gratificato.

Va però detto al paziente che questo effetto è in gran parte effimero e che regredirà: è questo il motivo per cui vengono sempre prospettati dei cicli di sedute e non singole applicazioni.

Il secondo tipo di risultato, ovvero la neoformazione di fibre collagene, richiede più tempo (e quindi più sedute) ma permette all’organismo di “ringiovanire” effettivamente: si tratta di un collagene diverso da quello già presente, tipico dell’età giovanile e duraturo.

Anche questo collagene “invecchierà” e farà dei legami che lo faranno “raggrinzire”. Ma questo richiederà molto tempo e può essere combattuto con le sedute di mantenimento.

Quindi, dopo un ciclo di sedute di radiofrequenza, il risultato non sarà affatto del tutto reversibile e costituirà un beneficio effettivo dal punto di vista estetico.

radiofrequenza-medicaUn nuovo anno sta arrivando, un anno in più per tutti, anche per il vostro viso.

Fate un regalo a voi stessi, donate al vostro viso qualche anno di meno con la Radiofrequenza. Chiamate 0564-22405.

COS’È LA RADIO FREQUENZA?
La Radiofrequenza è una tecnica non ablativa di ringiovanimento della pelle, ideata negli Stati Uniti, che di recente si è affermata anche in Europa.
A differenza dei trattamenti Laser e della Dermoabrasione che rimuovono fisicamente i tessuti superficiali, con la Radiofrequenza si esercita una potente azione di ringiovanimento della pelle stimolando, in modo non invasivo e non traumatico, direttamente il collagene sottocutaneo.
La Radiofrequenza, a differenza della tecnica laser che agisce a 80 gradi,  non genera cicatrizzazione e produce i suoi effetti alla temperatura di 40-55 gradi.
I Trattamenti RF in estetica sono stati utilizzati inizialmente per contrastare il rilassamento cutaneo, per il ringiovanimento del viso e per trattare ed attenuare le rughe; successivamente questa metodica è stata utilizzata per il trattamento degli inestetismi della pelle in altre aree del corpo con notevole successo.

COME AGISCE LA RF
La Radiofrequenza è un trattamento che, basandosisull’emissione di Energia, è in grado di sviluppare all’interno dei tessuti cutanei un calore che dalla superficie della pelle si propaga in profondità al derma, agli strati adiposi fino al limite della fascia muscolare.
La conducibilità della pelle alla RF può essere aumentata utilizzando sulla pelle un gel conduttore ricco di Acido Ialuronico e Retinolo che vengono micronizzati e trasportati all’interno della pelle per facilitare il trattamento.
Il calore prodotto all’interno del tessuto cutaneo produce una modificazione delle fibre collagene che si contraggono e vanno incontro ad un processo di denaturazione e riorganizzazione che produce una maggior concentrazione delle fibre stesse.
Il calore fa aumentare anche la circolazione sanguigna all’interno della zona trattata stimolando il metabolismo dei fibroblasti e la produzione di nuovo collagene ed elastina.
Questi processi fanno aumentare la consistenza del derma  mentre la superficie della pelle ritorna tesa e compatta.
La Radiofrequenza è quindi una sistema di rimodellamento efficace, veloce e molto interessante nei confronti della chirurgia plastica: l’effetto “lifting” della pelle del viso e del corpo si protrae per mesi dopo il trattamento con la Radiofrequenza e si raggiungono i massimi risultati dopo 4-6 mesi.
L’azione della RF sulle ghiandole sebacee amplia l’indicazione del trattamento anche all’acne.

radiofrequenza-medicaIn campo medico, per ottenere risultati sul viso che escludano la Radiofrequenza, si usano ancora tecniche invasive, a volte chirurgiche e a volte irreversibili quanto fastidiose o dolorose, oggi la Medicina Estetica ha molte risorse per migliorare la qualità della pelle invecchiata, quasi tutte queste metodiche hanno principalmente la funzione di ridurre i danni superficiali ma con difficoltà si riesce ad intervenire in profondità, come invece riesce a fare una buona Radiofrequenza non certo i giocattoli ad uso estetico domiciliare (sotto descritti).

Alternative di tipo chirurgico sono il lipofilling o lifting, casi estremi richiesti da chi ama essere “bisturizzato”, 0d98a3874400260e9330dd4f85f97e72molti famosi personaggi della TV vengono “sacrificati” sull’altare delle nuove sperimentazioni e i risultati spesso vanno oltre la misura della decenza e non sono per nulla esaltanti ma evitate di dirglielo, non lo apprezzerebbero e non potrebbero tornare indietro.

Se è cresciuta la richiesta di trattamenti volti a ridurre l’invecchiamento esteriore, ancora di più è aumentata la richiesta di trattamenti non invasivi, per ridurre al minimo il dolore, gli effetti collaterali, l’eventuale decorso post-operatorio e quindi avere la possibilità di riprendere da subito una normale vita di relazione.

Radiofrequenza o ferro da stiro?

Molti operatori (compresi i loro clienti) non hanno ancora capito la differenza tra scaldare in superficie (come un ferro da stiro) e/o andare in profondità a riattivare il metabolismo cellulare con caratteristiche totalmente diverse. È ovvio che un lavoro più profondo è di gran lunga migliore e più duraturo nel tempo, da non paragonarsi nella maniera più assoluta a lavori di minore qualità. Il trattamento in ambito Medico estetico, (non fisioterapico) effettuato con apparecchiature a Radiofrequenza di qualità viene effettuato ottenendo 3 effetti di fondamentale importanza, l’effetto Termico, Meccanico e Biochimico: l’effetto termico viene prodotto dagli elettrodi che “cercandosi” provocano un movimento in hertz che, in base alle caratteristiche dell’Apparecchiatura induce un lavoro di riattivazione, cellulare molto profonda e diffusa; l’effetto Meccanico causato dagli elettrodi creano il movimento di Onde radio e di spinta che ne aumenta la vasodilatazione, lo scorrimento di ogni fluido e linfa locale e tonifica le pareti vascolari nonché i tessuti con tendenza alla lassità. L’effetto Biochimico invece tende ad aiutare il sistema enzimatico degli adipociti a riordinarsi, ne accelera il metabolismo come ogni tecnologia estetica attiva, richiama in superficie sangue con maggiore quantità di ossigeno, velocizza il drenaggio linfatico soprattutto nelle zone periferiche e migliora notevolmente le zone affette da edemi e ritenzione idrica. Questi sono alcuni tra i più noti effetti che vengono indicati e spiegati nei trattamenti di Radiofrequenza estetica ma si potrebbe aggiungere molto altro. La caratteristica di una Apparecchiatura a Radiofrequenza di qualità deve essere quella di agire potentemente in profondità e riattivare i tessuti di Viso e Corpo in maniera efficace, stabile e duratura, apparecchietti domestici, pluripolari e tecnologie di mediocre fattura non possono esservi d’aiuto.

Apparecchi domiciliari:

Ultimamente si vedono in televisione pubblicità in cui si offrono apparecchiature per effettuare la radiofrequenza domiciliare. Ebbene esse sono delle totali bufale come tante altre apparecchiature vendute tramite televendita.13123_rf-mini lipomed-omaggio_250 Questi elettrodomestici sono di basso costo, quasi tutti prodotti in Cina ed i risultati sono per lo più inesistenti nonostante la garanzia del risultato e della possibilità di restituzione e rimborso. Sulla quasi totalità di questo genere di acquisti ci si pente con rapidità, giusto il tempo di capire che i risultati promessi son saranno mai ottenuti e che l’inestetismo o il problema trattato è da analizzare seriamente solo andando da uno specialista che dispone di attrezzature professionali. È impensabile considerarne la restituzione o il rimborso in quanto (i venditori lo sanno bene) il tempo minimo necessario per rendersi conto di aver sprecato denaro è superiore ai tempi tecnici previsti per le procedure di restituzione. Molto presto questo genere di apparecchietti domestici saranno riposti nell’armadio o in cantina e ci si dimenticherà rapidamente della loro esistenza.

La radiofrequenza nei centri estetici:

La prima cosa da sapere è che le apparecchiature utilizzate nei centri estetici non possono avere le stesse caratteristiche di quelle Mediche a causa del decreto N.110 del maggio 2011 che ne riduce sensibilmente l’efficacia. L’errore più frequente che fanno i pazienti nel tentativo di riconoscere un prodotto di qualità è quello della prova, ma si è visto che anche con apparecchiature di basso livello, una piccola dimostrazione può dare l’illusione di un buon risultato ma non la certezza di un miglioramento strutturale e duraturo nel tempo. La vera prova di ogni Tecnologia dura dai 6 ai 12 mesi, in questo caso si può valutare con serietà e su un numero sufficiente di singoli casi trattati quanto l’inestetismo è stato ridotto e quanto tempo dura il risultato.

Conclusioni:

La radiofrequenza come ogni intervento di medicina estetica non è completamente priva di effetti collaterali, non è quindi da sottovalutare o da affrontare con leggerezza. Trattandosi di un trattamento di medicina estetica poco invasivo, gli effetti collaterali della radiofrequenza hanno un’incidenza molto bassa e sono facilmente trattabili con i medicinali e i consigli del medico. Per cercare di non incorrere negli effetti collaterali il consiglio migliore che possiamo darvi è di rivolgervi a un medico estetico qualificato, esperto del settore.tecnologia-Dermal-Medical-Division

Nel mio studio siamo stati tra i primi ad effettuare trattamenti di Radiofrequenza estetica con apparecchi medicali, in partnership con la Dermal Medical Division, azienda leader nel settore.

Ma a differenza degli altri partner noi non vi facciamo firmare alcun contratto e avrete la possibilità di effettuare il trattamento quando desiderate.

abbronzatura2Dicono che l’abbronzatura dona. Anzi, ringiovanisce. Ma, adesso che sei tornata dalle vacanze, ti avvicini allo
specchio e scopri nuovi segni. Prima erano accennati, ora sono solchi, chiari. Prima dell’estate, sei pronta a scommetterlo, sul tuo viso quelle rughe si vedevano poco. Adesso, però, che sei abbronzata, scopri segni più evidenti su guance, fronte e labbra. Certo, c’erano già, ma erano così sottili che non si notavano. Ma il sole, scurendo la pelle, le ha messe in evidenza. Quelle più profonde, per esempio, sono rimaste chiare all’interno. Altre si sono accentuate perché i raggi Uv hanno seccato l’epidermide. Ma non è tardi per intervenire.

Affidati alla RADIOFREQUENZA.

Riattiva l’ecosistema della pelle, pelle giovane e tonica senza dolore. La radiofrequenza è una metodica non invasiva e non dolorosa che contrasta efficacemente i segni dell’invecchiamento cutaneo e consente di ottenere un duraturo miglioramento della qualità della pelle del corpo e del viso, attenuando con una certa stabilità i principali inestetismi che la riguardano come le rughe o le lassità.
I risultati della radiofrequenza sono visibili fin dalle prime sedute ed i progressi conseguiti si mostrano stabili nel tempo. Una vera sferzata di ritmo al nostro corpo e all’ecosistema pelle, dalla superficie alle zone più profonde, che riattiva i naturali meccanismi riparativi e anti infiammatori corporei. Attraverso la Radiofrequenza si attiva un’iperemia endogena omogenea sui diversi livelli della struttura trattata.

Tre cose da sapere:

La prima cosa da sapere è che le apparecchiature utilizzate nei centri estetici non possono avere le stesse caratteristiche di quelle Mediche a causa del decreto N.110 del maggio 2011 che ne riduce ulteriormente l’efficacia, di conseguenza anche i risultati saranno sensibilmente inferiori.

La seconda è che l’apparecchiatura utilizzata nel nostro studio è della “Dermal Medical Division” azienda leader in Italia con prodotti progettati e costruiti in Italia, al contrario di tante “cineserie” viste in giro.

Infine, nonostante sia consigliabile effettuare le sedute periodicamente per mantenere e prolungare l’effetto del trattamento, noi non vi richiediamo di firmare alcun contratto, potete venire quando volete.

RFRiattiva l’ecosistema della pelle, pelle giovane e tonica senza dolore. La radiofrequenza è una metodica non invasiva e non dolorosa che contrasta efficacemente i segni dell’invecchiamento cutaneo e consente di ottenere un duraturo miglioramento della qualità della pelle del corpo e del viso, attenuando con una certa stabilità i principali inestetismi che la riguardano come le rughe o le lassità. Viene applicata anche per trattare in maniera efficace gli inestetismi della pelle causati dalla cellulite.
L’utilizzo della radiofrequenza in campo estetico rappresenta una grande opportunità per l’operatore estetico qualificato: è in costante aumento infatti la richiesta di trattamenti di ringiovanimento cutaneo soprattutto della zona del viso, del collo e del decoltè e dell’addome, assicura grandi risultati nella tonificazione tessutale, nel trattamento delle rughe, nella riduzione delle zone colpite dall’inestetismo della cellulite e nel processo di snellimento.
I risultati della radiofrequenza sono visibili fin dalle prime sedute ed i progressi conseguiti si mostrano stabili nel tempo. Una vera sferzata di ritmo al nostro corpo e all’ecosistema pelle, dalla superficie alle zone più profonde, che riattiva i naturali meccanismi riparativi e anti infiammatori corporei. Attraverso la Radiofrequenza si attiva un’iperemia endogena omogenea sui diversi livelli della struttura trattata.
Tramite il richiamo ematico e la riattivazione del sistema linfatico, le cellule adipose sono stimolate al rilascio delle tossine e dei liquidi in eccesso ristabilendo il giusto equilibrio. Le onde elettromagnetiche della radiofrequenza migliorano l’attività della pompa sodio-potassio della membrana fibroblastica stimolando la produzione di nuovo collagene, elastina e acido ialuronico in modo naturale.
I principali effetti della radiofrequenza:

Effetto lifting: si ottiene grazie alla contrazione del collagene ai diversi livelli di profondità; il riscaldamento va ad agire direttamente sul collagene provocando una denaturalizzazione di quest’ultimo: fino al 30% delle fibre si accorciano rigonfiandosi, ottenendo come risultato il rimodellamento della zona trattata. Ossigenazione cellulare: già ad un livello basso di radiofrequenza emessa, si ha un effetto di ossigenazione causato dall’aumento del metabolismo cellulare con conseguente miglioramento dell’efficienza del microcircolo.

Drenaggio: grazie al grande effetto di vascolarizzazione ottenuto a livelli sostenuti di radiofrequenza, è possibile ottenere degli ottimi risultati sugli accumuli causati dalla ritenzione idrica. Grazie anche al ritrovato equilibrio della membrana cellulare è possibile dare stabilità a tale effetto. Snellimento: biostimolando direttamente gli adipociti, sfruttando l’effetto drenante e ossigenante della radiofrequenza, è possibile riscontrare ottimi risultati sugli accumuli adiposi localizzati od estesi. Si consiglia, al fine di ottimizzare i risultati, di prevedere dei cicli di trattamento di almeno 8 sedute con dei richiami per il mantenimento.

Tonificazione tissutale e muscolare: sono evidenti dalla prima applicazione della radiofrequenza. Sulle pelli sottili i risultati sono più immediati che sui soggetti con la pelle spessa, ma bisogna considerare che il miglioramento avviene anche dopo che la seduta è terminata e nei giorni a seguire. L’operatore che utilizza il trattamento della radiofrequenza dovrà stabilire il giusto protocollo estetico in base al cliente e alle sue caratteristiche. Sottoponendosi al trattamento della radiofrequenza si ha uno sviluppo di calore: questo fenomeno si presenta a tutti i livelli di profondità del tessuto ed è più marcato dove il tessuto presenta una maggiore impedenza al passaggio degli ioni trascurabile sulle fibre muscolari.
Con la radiofrequenza si ottiene un aumento della temperatura: insieme al conseguente aumento del flusso ematico stimolano i processi di riparazione tissutale, favorendo l’apporto di substrati organici, l’incremento della pressione capillare, l’aumento della permeabilità di membrana cellulare, l’aumento delle reazioni metaboliche locali, la modificazione nella conduzione nervosa sensitiva (effetto analgesico). La radiofrequenza permette inoltre una migliore ossigenazione dei tessuti e un complessivo notevole miglioramento della circolazione linfatica.

1356019217I trattamenti antiaging, soprattutto per il contorno occhi, il viso ed il collo, sono sempre più richiesti. Con le radiofrequenze si effettua un ringiovanimento cutaneo in maniera naturale, piacevole ed innocua, sia per le donne che per gli uomini.

Mentre nella chirurgia oculistica delle palpebre e della zona perioculare sono di largo impiego i bisturi a radiofrequenza, per la delicatezza del taglio,  solo da pochi anni si sono evidenziati i vantaggi  dei trattamenti estetici con le radiofrequenze, una tecnica non invasiva, in quanto non c’è ablazione della pelle come per altre metodiche, nè somministrazione di farmaci e di sostanze chimiche.

Comparati ai “filler” ed alla tossina botulinica, sempre con lo stesso scopo di ridurre le rughe perioculari e del viso,  le radiofrequenze sembrano essere preferibili per il loro  ampio utilizzo nella fascia di età tra i 30 ed i 65 anni, nonchè  per l’ottima tollerabilità ed i risultati privi di rischi e di effetti collaterali. Consentono di ottenere un lifting non chirurgico con un azione di rimodellamento del collagene, agendo in profondità  sulla pellestimolando i fibroblasti a produrre nuovo collagene, che sostituisce quello invecchiato,   appianando le rughe e determinando una maggiore tonicità e luminosità del viso. Una volta stimolate, le nostre cellule si mantengono attive nella produzione di collagene giovane, per cui gli effetti benefici durano circa un anno, ma è possibile mantenerli per molto più a lungo con delle semplici sedute di mantenimento.

Quindi con le Radiofrequenze  é possibile intervenire sugli inestetismi di contorno occhi, viso e collo e mani, determinando un vero e proprio ringiovanimento cutaneo innocuo e naturale.

I risultati estetici con le tecniche ablative fino ad ora in uso sono proporzionali all’aggressività del trattamento, determinando un effetto lifting quasi mai tridimensionale, senza giungere in profondità,  con effetti collaterali come il dolore, l’indurimento o la perdita di elasticità dei tessuti profondi.

Cos’è la radiofrequenza e cosa si ottiene

Con la nuova tecnologia a radiofrequenza si ha un’importante innovazione, in quanto si ottiene un lifting non chirurgico trattando la lassità dei tessuti con un’azione di rimodellamento del collagene.

In pratica, grazie alla proprietà delle onde elettromagnetiche ad alta frequenza che producono calore attraversando la nostra pelle, si stimola  l’attività dei fibroblasti presenti nel nostro organismo a produrre il collagene, che è la sostanza che con il passare dell’età viene prodotta in minor misura, ed è responsabile della formazione delle rughe, della perdita di tono della pelle e dell’invecchiamento cutaneo. Pertanto il trattamento con radiofrequenza è un’ottima procedura non chirurgica, in quanto agisce sulle fibre del collagene determinandone una contrattura immediata a livello del derma profondofino alla fascia muscolare, con l’effetto di un piacevole rassodamento ed una maggiore tonicità della pelle della zona perioculare, del viso e del collo, appianando pliche e rughe. Le piccole rughe vengono eliminate, mentre le pieghe e le rughe profonde si attenuano notevolmente; la pelle appare più compatta e consistente, eliminando tutti gli in estetismi cutanei legati al rilassamento cutaneo.

A chi è consigliata la radiofrequenza

E’ indicata nei casi di lassità cutanea in quanto la riduce, determinando un effetto di stiramento simile ad un lifting, in un’età compresa tra i 30 ed i 65 anni. In particolare è indicata per trattare i seguenti difetti:

Rughe del viso, zampe di gallina, guance rilassate, collo rugoso, pelle flaccida, contorni del viso poco definiti, pieghe nasolabiali evidenti, collo rilassato (collo di tacchino), ptosi cutanea, esiti di acne, mani rugose.

Eventuali effetti collaterali e controindicazioni

La radiofrequenza non presenta alcun tipo di controindicazione, se non per le donne in gravidanza e per i portatori di pacemaker.E’ priva di effetti collaterali e non è dolorosa. L’unica sensazione che si avverte è un calore non fastidioso localizzato alla zona di trattamento ed un rossore della cute più o meno lieve, che scompare dopo qualche ora .

Immediatamente dopo il trattamento si possono riprendere tutte le normali attività senza nessun tipo di problema; negli Stati Uniti viene definita “lunch therapy”, ovvero trattamento della pausa pranzo.

A differenza di altre terapie la radiofrequenza può essere praticata in ogni stagione dell’anno, in quanto è possibile esporsi alla luce solare senza problemi.

Durata del trattamento ed effetti nel tempo

La durata di una singola seduta non supera complessivamente i 20-30 minuti. L’intero trattamento, a seconda dei casi, richiede un ciclo di 7-10 sedute, compresa qualche seduta di mantenimento da effettuarsi a distanza, in base all’orientamento stabilito dall’operatore. Questo trattamento rientra nei processi di rigenerazione naturale del nostro organismo, in quanto l’aumentata produzione di collagene si verifica grazie solo ed esclusivamente ad una risposta del nostro organismo. A differenza di altre tecniche, non vengono somministrate sostanze estranee di natura chimica, farmaci, ecc. Può funzionare insieme ad altri trattamenti, poiché la somministrazione di sostanze idratanti e di creme  antiaging  aumenta di efficacia se contemporaneamente viene praticata la radiofrequenza. I primi risultati sono visibili già dopo il primo trattamento, in quanto la pelle appare più turgida e tonica; il massimo del risultato si apprezza intorno ai 5-6 mesi, in quanto coincide con il momento di massima produzione del collagene. Essendo una risposta naturale del nostro organismo, necessita nel tempo che si effettui a fine ciclo qualche seduta di richiamo.

Per effettuare il trattamento,  è sufficiente che il paziente arrivi in ambulatorio  struccato  e, prima del trattamento, si liberi di oggetti metallici quali orecchini, collane, bracciali, anelli, ecc.

Il medico effettuerà la giusta valutazione delle aspettative del paziente, un’accurata analisi della zona perioculare e della pelle e, come ogni trattamento medico chirurgico, è necessario un consenso informato specifico. Trattandosi di un trattamento medico non aggressivo, i risultati ottenuti sono simili ad un lifting chirurgico tradizionale, ma non sovrapponibili.

Sulla zona da trattare viene applicato un gel che ha la funzione di far scivolare meglio il manipolo dello strumento, di raffreddare la cute e di trasmettere in maniera ottimale l’onda elettromagnetica. Alla fine del trattamento si utilizzano creme idratanti o prodotti similari.

I risultati sono positivi nell’80% dei casi, mentre in un 20% dei casi i miglioramenti possono essere meno evidenti; in tutti i casi è totalmente innocuo, cioè privo di effetti collaterali. E’ interessante notare che la parte dei soggetti che non manifesta un miglioramento evidente, lo ottiene in realtà nella qualità della pelle o nella riduzione della lassità cutanea, con aumentata luminosità accompagnata a maggiore turgore e compattezza.

In sintesi, oggi con le radiofrequenze è possibile ottenere un ringiovanimento cutaneo naturale della zona perioculare, del viso e del collo. I risultati  sono entusiasmanti, se si considera anche la totale assenza di rischi ed i principi naturali su cui si basa la metodica innovativa. Ovviamente sono disponibili vari tipi di apparecchi basati sullo stesso principio. La differenza è nella potenza e nella possibilità di effettuare varie regolazioni, con lo scopo di personalizzare quanto più possibile il trattamentoin base al tipo di pelle, all’età ed al sesso. Questa categoria di apparecchi a radiofrequenza “monofasica” sono dei presidi medico chirurgici che possono essere utilizzati soltanto da medici specializzati.

Esistono anche delle macchine più soft, utilizzate nei centri estetici, senza le svariate possibilità di regolazione, ma di utilizzo immediato. I risultati sono gradevoli ma, ovviamente, meno evidenti e duraturi di quelli che si ottengono con la radiofrequenza medica. Nella mia esperienza, mentre prima scattavo delle foto prima e dopo il trattamento, per dimostrare più a me stesso che ai pazienti che il lifting non chirurgico con radiofrequenze era efficace, ora mi basta leggere negli occhi delle persone la soddisfazione ed il piacere di vedersi più giovani e di sentirsi meglio con se stessi.
Peraltro, ho avuto modo di constatare che riuscire a migliorare l’aspetto estetico di una persona, in modo naturale ed innocuo, non è secondario agli interventi con il laser o alle terapie oculistiche che effettuo da trent’anni. Il fine è lo stesso: far stare bene. E sentirsi bene, piacersi, volersi bene, può avere gli stessi effetti benefici di una terapia, migliorando il tono dell’umore e le difese immunitarie, con il risultato di sentirsi meglio e ammalarsi meno.

Mentre nei primi tempi consideravo tali trattamenti estetici un’attività secondaria, mi sono reso conto della loro importanza sul benessere generale, tenendo conferenze e stage sul lifting non chirurgico con radiofrequenze. I risultati sono entusiasmanti, se si considera anche la totale assenza di rischi ed i principi naturali su cui si basa l’apparecchiatura. In conclusione, non ci resta che provare, con un sano realismo, a diventare più giovani e belli.