Medicina estetica

RFRiattiva l’ecosistema della pelle, pelle giovane e tonica senza dolore. La radiofrequenza è una metodica non invasiva e non dolorosa che contrasta efficacemente i segni dell’invecchiamento cutaneo e consente di ottenere un duraturo miglioramento della qualità della pelle del corpo e del viso, attenuando con una certa stabilità i principali inestetismi che la riguardano come le rughe o le lassità. Viene applicata anche per trattare in maniera efficace gli inestetismi della pelle causati dalla cellulite.
L’utilizzo della radiofrequenza in campo estetico rappresenta una grande opportunità per l’operatore estetico qualificato: è in costante aumento infatti la richiesta di trattamenti di ringiovanimento cutaneo soprattutto della zona del viso, del collo e del decoltè e dell’addome, assicura grandi risultati nella tonificazione tessutale, nel trattamento delle rughe, nella riduzione delle zone colpite dall’inestetismo della cellulite e nel processo di snellimento.
I risultati della radiofrequenza sono visibili fin dalle prime sedute ed i progressi conseguiti si mostrano stabili nel tempo. Una vera sferzata di ritmo al nostro corpo e all’ecosistema pelle, dalla superficie alle zone più profonde, che riattiva i naturali meccanismi riparativi e anti infiammatori corporei. Attraverso la Radiofrequenza si attiva un’iperemia endogena omogenea sui diversi livelli della struttura trattata.
Tramite il richiamo ematico e la riattivazione del sistema linfatico, le cellule adipose sono stimolate al rilascio delle tossine e dei liquidi in eccesso ristabilendo il giusto equilibrio. Le onde elettromagnetiche della radiofrequenza migliorano l’attività della pompa sodio-potassio della membrana fibroblastica stimolando la produzione di nuovo collagene, elastina e acido ialuronico in modo naturale.
I principali effetti della radiofrequenza:

Effetto lifting: si ottiene grazie alla contrazione del collagene ai diversi livelli di profondità; il riscaldamento va ad agire direttamente sul collagene provocando una denaturalizzazione di quest’ultimo: fino al 30% delle fibre si accorciano rigonfiandosi, ottenendo come risultato il rimodellamento della zona trattata. Ossigenazione cellulare: già ad un livello basso di radiofrequenza emessa, si ha un effetto di ossigenazione causato dall’aumento del metabolismo cellulare con conseguente miglioramento dell’efficienza del microcircolo.

Drenaggio: grazie al grande effetto di vascolarizzazione ottenuto a livelli sostenuti di radiofrequenza, è possibile ottenere degli ottimi risultati sugli accumuli causati dalla ritenzione idrica. Grazie anche al ritrovato equilibrio della membrana cellulare è possibile dare stabilità a tale effetto. Snellimento: biostimolando direttamente gli adipociti, sfruttando l’effetto drenante e ossigenante della radiofrequenza, è possibile riscontrare ottimi risultati sugli accumuli adiposi localizzati od estesi. Si consiglia, al fine di ottimizzare i risultati, di prevedere dei cicli di trattamento di almeno 8 sedute con dei richiami per il mantenimento.

Tonificazione tissutale e muscolare: sono evidenti dalla prima applicazione della radiofrequenza. Sulle pelli sottili i risultati sono più immediati che sui soggetti con la pelle spessa, ma bisogna considerare che il miglioramento avviene anche dopo che la seduta è terminata e nei giorni a seguire. L’operatore che utilizza il trattamento della radiofrequenza dovrà stabilire il giusto protocollo estetico in base al cliente e alle sue caratteristiche. Sottoponendosi al trattamento della radiofrequenza si ha uno sviluppo di calore: questo fenomeno si presenta a tutti i livelli di profondità del tessuto ed è più marcato dove il tessuto presenta una maggiore impedenza al passaggio degli ioni trascurabile sulle fibre muscolari.
Con la radiofrequenza si ottiene un aumento della temperatura: insieme al conseguente aumento del flusso ematico stimolano i processi di riparazione tissutale, favorendo l’apporto di substrati organici, l’incremento della pressione capillare, l’aumento della permeabilità di membrana cellulare, l’aumento delle reazioni metaboliche locali, la modificazione nella conduzione nervosa sensitiva (effetto analgesico). La radiofrequenza permette inoltre una migliore ossigenazione dei tessuti e un complessivo notevole miglioramento della circolazione linfatica.

demi-mooreSono sempre di più i Vip che si affidano alle tecniche di ringiovanimento e dimagrimento non chirurgico quali luce pulsata, radiofrequenza estetica, cavitazione.

Demi Moore ha scelto la Radiofrequenza Bipolare per un lifting senza bisturi.

Come si può leggere da alcune testate come “La Pelle” e “Grazia”, Demi Moore, oltre ad un personal trainer, nutrizionista e ad un insegnante di yoga, ha affidato la sua bellezza alla tecnica innovativa di lifting-non chirurgico: Radiofrequenza Bipolare.

Il trattamento con radiofrequenza, che si ottiene mediante l’uso di un manipolo passato sulla pelle, è un ottimo sistema per distendere le rughe rassodando i tessuti.

Il calore controllato e localizzato stimola l’attività dei fibroblasti – cellule deputate alla sintesi di nuovo collagene – anche quando il rinnovamento cellulare è rallentato a causa dell’età. La pelle trattata appare più compatta, tesa e consistente anche dopo la prima applicazione.

378133_586238151410684_1700638165_nRughe e rughette intorno agli occhi. Ci sono mille motivi per cui si assiste alla comparsa di questi piccoli e fastidiosi segni del viso. Causati principalmente dall’invecchiamento cellulare della pelle, possono essere dovuti anche a preoccupazioni e stress, all’esposizione al sole senza adeguata protezione, a un sonno non regolare o ai piccoli vizi quotidiani, come un’alimentazione sregolata o il fumo.

Sono rare le volte in cui può bastare una semplice crema per eliminare il problema. Un rimedio per la lotta alle rughe può venire dall’innovativa tecnologia Med-RF di Dermal Medical Division, che sfruttando il meccanismo della radiofrequenza, spiana le rughe rendendo la pelle più compatta, distesa e luminosa sin dalle prime sedute.
Med-RF si basa su sulla diatermia, secondo cui l’energia erogata dall’apparato viene trasformata all’interno delle pelle in calore e conseguentemente assorbita dal tessuto. Med-RF è dotata di diversi manipoli che trasportano l’energia prodotta da un generatore di corrente elettrica alternata ad alta frequenza. Il manipolo bipolare è specifico per il trattamento di viso, collo e décolleté. Il calore risultante si trasferisce agli strati sottocutanei, sviluppando un riscaldamento controllato senza diffusione alle zone circostanti: la temperatura viene, quindi, innalzata solo a livello del derma, senza interessare l’epidermide.
A livello del derma, Med-RF provoca una contrazione istantanea delle fibre di collagene di sostegno presenti, che sulla pelle si traduce in un’azione di compattezza e distensione (effetto “lifting”), visibile già al termine dell’applicazione. Nel periodo successivo, l’azione termica si riflette sui fibroblasti, stimolandoli nella produzione di nuovo collagene, elastina e acido ialuronico, là dove il processo di rinnovamento cellulare risulta rallentato o cessato a causa dell’invecchiamento. Il tutto alimenta poi un meccanismo di rivitalizzazione che si traduce in un aumento della luminosità, del turgore e della densità dermica.
Il trattamento, che dura circa 15/20 minuti, è piacevole e indolore, senza reazioni indesiderate di tipo allergologico, senza possibili complicazioni come infezioni, cicatrici, ematomi.
Può essere effettuato su tutti i fototipi e in qualsiasi periodo dell’anno e non richiede un tempo di recupero, per cui terminata la seduta è possibile tornare subito alle proprie attività quotidiane.

Radiofrequenza Viso e Corpo, pelle giovane e tonica senza dolore.
Riattiva l’ecosistema della pelle1309171806824
La radiofrequenza è una metodica non invasiva e non dolorosa che contrasta efficacemente i segni dell’invecchiamento cutaneo e consente di ottenere un duraturo miglioramento della qualità della pelle del corpo e del viso, attenuando con una certa stabilità i principali inestetismi che la riguardano come le rughe o le lassità. Viene applicata anche per trattare in maniera efficace gli inestetismi della pelle causati dalla cellulite.
L’utilizzo della radiofrequenza in campo estetico rappresenta una grande opportunità per l’operatore estetico qualificato: è in costante aumento infatti la richiesta di trattamenti di ringiovanimento cutaneo soprattutto della zona del viso, del collo e del decoltè e dell’addome, assicura grandi risultati nella tonificazione tessutale, nel trattamento delle rughe, nella riduzione delle zone colpite dall’inestetismo della cellulite e nel processo di snellimento.
I risultati della radiofrequenza sono visibili fin dalle prime sedute ed i progressi conseguiti si mostrano stabili nel tempo. Una vera sferzata di ritmo al nostro corpo e all’ecosistema pelle, dalla superficie alle zone più profonde, che riattiva i naturali meccanismi riparativi e anti infiammatori corporei. Attraverso la Radiofrequenza si attiva un’iperemia endogena omogenea sui diversi livelli della struttura trattata.
Tramite il richiamo ematico e la riattivazione del sistema linfatico, le cellule adipose sono stimolate al rilascio delle tossine e dei liquidi in eccesso ristabilendo il giusto equilibrio. Le onde elettromagnetiche della radiofrequenza migliorano l’attività della pompa sodio-potassio della membrana fibroblastica stimolando la produzione di nuovo collagene, elastina e acido ialuronico in modo naturale.
I principali effetti della radiofrequenza:
Effetto lifting: si ottiene grazie alla contrazione del collagene ai diversi livelli di profondità; il riscaldamento va ad agire direttamente sul collagene provocando una denaturalizzazione di quest’ultimo: fino al 30% delle fibre si accorciano rigonfiandosi, ottenendo come risultato il rimodellamento della zona trattata. Ossigenazione cellulare: già ad un livello basso di radiofrequenza emessa, si ha un effetto di ossigenazione causato dall’aumento del metabolismo cellulare con conseguente miglioramento dell’efficienza del microcircolo.

Drenaggio: grazie al grande effetto di vascolarizzazione ottenuto a livelli sostenuti di radiofrequenza, è possibile ottenere degli ottimi risultati sugli accumuli causati dalla ritenzione idrica. Grazie anche al ritrovato equilibrio della membrana cellulare è possibile dare stabilità a tale effetto. Snellimento: biostimolando direttamente gli adipociti, sfruttando l’effetto drenante e ossigenante della radiofrequenza, è possibile riscontrare ottimi risultati sugli accumuli adiposi localizzati od estesi. Si consiglia, al fine di ottimizzare i risultati, di prevedere dei cicli di trattamento di almeno 8 sedute con dei richiami per il mantenimento.
Tonificazione tissutale e muscolare: sono evidenti dalla prima applicazione della radiofrequenza. Sulle pelli sottili i risultati sono più immediati che sui soggetti con la pelle spessa, ma bisogna considerare che il miglioramento avviene anche dopo che la seduta è terminata e nei giorni a seguire. L’operatore che utilizza il trattamento della radiofrequenza dovrà stabilire il giusto protocollo estetico in base al cliente e alle sue caratteristiche. Sottoponendosi al trattamento della radiofrequenza si ha uno sviluppo di calore: questo fenomeno si presenta a tutti i livelli di profondità del tessuto ed è più marcato dove il tessuto presenta una maggiore impedenza al passaggio degli ioni trascurabile sulle fibre muscolari.
Con la radiofrequenza si ottiene un aumento della temperatura: insieme al conseguente aumento del flusso ematico stimolano i processi di riparazione tissutale, favorendo l’apporto di substrati organici, l’incremento della pressione capillare, l’aumento della permeabilità di membrana cellulare, l’aumento delle reazioni metaboliche locali, la modificazione nella conduzione nervosa sensitiva (effetto analgesico). La radiofrequenza permette inoltre una migliore ossigenazione dei tessuti e un complessivo notevole miglioramento della circolazione linfatica.